ALIPER 2

ABANO TERME La 35zero31 contro l’Alìper «Ecco come si fa a bloccarlo»

IL MATTINO DI PADOVA 3 settembre 2017
di Federico Franchin

ABANO TERME . «Ci sono punti sui quali l’amministrazione mercoledì prossimo, nella conferenza decisoria in Regione, si può attaccare per evitare il nullaosta alla costruzione del nuovo Alìper in zona Dancing P1». Così l’associazione 35zero31 rappresentata in consiglio da Monica Lazzaretto e Matteo Lazzaro. Pesenteranno una mozione sul nuovo Alìper, svelando dove colpire prima di alzare bandiera bianca. «Si può agire sui permessi a costruire, dati senza che vi fosse l’autorizzazione commerciale» sostengono. «Le opere di urbanizzazione hanno innalzato il terreno di 1 metro senza concessione edilizia. La proprietà chiede di realizzare l’intervento come trasferimento da via Previtali, ma non indica la destinazione d’uso dell’edificio da abbandonare. Si può agire sui punteggi massimi che il Gruppo Alì si darà in conferenza decisoria. Nei lavori di urbanizzazione del 2016 è stato commesso un presunto abuso segnalato dalla Procura della Repubblica. Si edifica a distanza inferiore a quella prevista da Villa Mocenigo Mainardi, vincolata dalla Soprintendenza. Sulla viabilità esistono problemi, messi in rilievo da Veneto Strade, nella rotonda di curva Boston. Dovesse arrivare l’autorizzazione si può fare ricorso amministrativo e chiedere la sospensoria».