Ballottaggio

Barbierato vince a Monterosso e Feriole

IL MATTINO DI PADOVA 14 giugno 2017
di Federico Franchin

L’analisi del voto sezione per sezione. Boccardo fa il pieno a Giarre e in zona Policlinico. Lazzaretto regge alla De Amicis

ABANO TERME. Dodici sezioni su diciotto sono finite al primo turno nelle mani di Federico Barbierato, candidato sindaco per il centrosinistra. Le altre sono state targate Emanuele Boccardo. Barbierato ha vinto, abbastanza agevolmente, alla Manzoni nella zona centrale (3 sezioni), e alla Pascoli di San Lorenzo (4 sezioni). Nelle due sezioni della Busonera di Monteortone ha primeggiato sempre Barbierato. Il quale ha vinto anche a Monterosso. Due delle tre sezioni della Vittorino da Feltre (centro) sono state infine ad appannaggio del candidato del centrosinistra. Boccardo ha invece fatto, come previsto, il pieno alla De Amicis di Giarre. Tre su tre per il candidato del centrodestra alla Giovanni XXIII. Una sezione su tre è stata conquistata da Boccardo anche alla scuola Vittorino da Feltre. Nel complesso Boccardo spopola a Giarre, dove è in piedi il presidio del comitato Abano dice No, e nella zona nei pressi del Parco urbano e del Policlinico. Barbierato invece si porta a casa l’Abano Storica, la zona centrale e i quartieri di Monterosso, Feriole e Monteortone. Tra gli altri competitors, molto bene Monica Lazzaretto, candidata di 35zero31, che regge alla De Amicis di Giarre, “casa” del Comitato Giarre, che ha schierato, a sostegno della Lazzaretto, l’ex responsabile Matteo Lazzaro. Bene la Lazzaretto anche alla Manzoni e alla Busonera e in uno dei tre seggi della Giovanni XXIII. Buone le performances di Stefania Chiarelli (Abano Viva) alla Manzoni e alla Pascoli. Sabrina Talarico (Grande Abano) tiene bene alla Manzoni e alla Giovanni XXIII. Più o meno simili i risultati ottenuti invece nelle 18 sezioni da parte di Michele Di Bari, candidato di CambiAbano. Infine Paolo Gruppo, candidato sindaco per Abano Risorge, fa bella figura solamente nella sua Giarre e alla Pascoli, “casa” del candidato Massimo Barcaro (121 preferenze). Tracollo di Gruppo nelle zone centrali (Vittorino da Feltre e Manzoni). Minimo storico per Gruppo a Monterosso, dove conquista soltanto 4 voti. Il record di schede bianche è stato registrato in un seggio della Giovanni XXIII e in uno della Busonera. Il record invece di nulle si è registrato nella sezione 14 (Busonera di Monteortone) con ben 22 schede invalidate. Sono 20 le non valide in una delle tre sezioni della Manzoni. Curiosità: tra le schede nulle anche quelle di ha scritto il nome dell’ex sindaco Luca Claudio, attualmente ai domiciliari per lo scandalo della tangentopoli delle Terme.