furto-ladro-6

LA PROPOSTA «Controllo di vicinato ad Abano» Chiarelli sollecita il sindaco a sottoscrivere un protocollo d’intesa

IL MATTINO DI PADOVA 31 agosto 2017
di Federico Franchin

ABANO TERME. «Come capogruppo di “Abano Viva” ho sottoposto all’attenzione del sindaco Federico Barbierato il progetto “Controllo di vicinato” elaborato dalla Prefettura di Padova». Così esordisce Stefania Chiarelli, presidente del Consiglio comunale. «Il progetto del controllo di Vicinato faceva parte del nostro programma elettorale perché la sicurezza è un tema al quale siamo particolarmente sensibili», continua Chiarelli. «Si tratta di un progetto che, partendo dal presupposto che il diritto alla sicurezza e alla qualità della vita urbana rappresentano delle priorità, intende rafforzare la cooperazione tra amministrazioni statali, istituzioni locali e società civile».

Quella del “Controllo di vicinato” costituisce un’esperienza già attiva in diversi comuni, ma in maniera non coordinata, il che può comportare il generarsi di fenomeni di falso allarme, seppure in buona fede. È stato quindi predisposto un protocollo che ne disciplina le modalità, il metodo e il coordinamento, affinché divenga un progetto istituzionalizzato e non di iniziativa del singolo comune, com’è attualmente. «Il sindaco Barbierato si è dichiarato interessato al progetto e auspico che vorrà darvi seguito attraverso la sottoscrizione del relativo protocollo d’intesa», chiude il capogruppo, «ritenendo che in questo modo si potranno valorizzare al massimo la collaborazione con i cittadini e la loro partecipazione alla cura del territorio in un contesto di sicurezza integrata, naturalmente nel rispetto delle competenze di ciascun soggetto».