Villa bassi

Tra un anno Villa Bassi diventa Museo civico

IL MATTINO DI PADOVA 22 agosto 2017
di Federico Franchin

L’assessore: «Useremo 730 mila euro della Regione. Ospiterà mostre, concerti e incontri»

«A settembre del 2018 sarà inaugurato il Museo Civico di Villa Bassi». Ad annunciarlo è l’assessore alla Cultura del Comune di Abano, Cristina Pollazzi. Dopo una decina d’anni di attesa e la perdita di metà del contributo da 1.480.000 euro erogato dalla Regione all’allora amministrazione guidata da Andrea Bronzato, finalmente si sblocca la situazione, con Villa Bassi pronta ad assumere una veste tutta nuova.

«Non avendo l’amministrazione Claudio rispettato i tempi, metà di quel contributo è stato perso», spiega la Pollazzi. «Per anni non è stato fatto nulla e ora ci sono rimasti 730 mila euro che abbiamo intenzione di investire per la realizzazione immediata del museo. Con questa somma di denaro potremo sistemare e adeguare a museo solamente la parte centrale della villa. Potremo effettuare interventi per mettere in sicurezza lo stabile e renderlo agibile come museo. Abbiamo già avuto il nullaosta da parte della Soprintendenza. Con il contributo intero si poteva sistemare la barchessa: per ora continuerà ad ospitare gli uffici comunali».

L’idea dell’amministrazione guidata dal sindaco Federico Barbierato è di fare quindi sul serio. «Si parla dell’allestimento del museo a Villa Bassi dal 1978, vogliamo farla tornare all’antico splendore, che dovrà ricalcare quello splendore che aveva Abano negli Anni Ottanta, rendendola fruibile tutto l’anno sia per i turisti, che per i residenti», prosegue l’assessore alla Cultura. «Il Museo Civico che abbiamo deciso di realizzare a Villa Bassi sarà diverso da quello prospettato in passato. Non sarà cioè un museo statico con la classica esposizione di opere. Nel Museo troveremo l’esposizione delle opere della collezione Bassi Rathgeb, la visita agli affreschi restaurati, scambi con altri musei, caffè letterari, concerti, opere liriche, incontri didattici. Vogliamo insomma una villa aperta e fruibile per 365 giorni l’anno».

Villa Bassi, che ad oggi ospita qualche mostra e alcune conferenze stampa, è pronta ad ospitare alcuni eventi che saranno di fatto degli “antipasti” della nuova vita che avrà la villa da settembre 2018. «Il 26 e 31 agosto e il 7 settembre ci saranno tre eventi dedicati alle proiezioni del cinema all’aperto», annuncia Cristina Pollazzi. «Il 2 settembre ci sarà invece l’opera “Il Barbiere di Siviglia”. In questo anno organizzeremo eventi di questo tipo a cadenza mensile o bimensile per far conoscere meglio la villa e farla finalmente entrare come punto di riferimento dei residenti e dei turisti che frequentano le nostre terme».